La bambina dei libri

Ed ecco, finalmente, l'albo vincitore del Bologna Ragazzi Award for Fiction 2017: "La bambina dei libri" di Oliver Jeffers e Sam Winston.

Sfogliando questo meraviglioso albo viene voglia di tuffarsi nelle parole che ricamano le varie pagine, parole che a volte ci cullano come onde, altre volte si trasformano in strade e altre volte ancora in soffici nuvole.

A rendere tutto più magico è il fatto che non si tratta di parole comuni, ma di titoli, autori e libri che hanno accompagnato l'infanzia dei due autori: Peter Rabbit di Beatrix Potter, Gulliver, Hansel e Gretel, Peter Pan ( le carte di guardia riportano l'elenco completo di tali libri).

E' la storia della bambina dei libri che viene dal paese delle storie e, arrivata davanti la casa di un bambino, lo invita a seguirla nel suo mondo. Mondo fatto di avventure, di scalate, di tesori, di foreste e di tutti quegli scenari tanto cari ai racconti legati al mondo dell'infanzia.

Insomma, questo è "il regno della FANTASIA dove TUTTI, ma proprio TUTTI, possono entrare".

Oliver Jeffers è un'artista e autore di numerosi albi, uno più bello dell'altro, da "Questo alce è mio" a " L'incredibile bimbo mangia libri" passando per " Chi trova un pinguino...".

Sam Winston è anch'esso un'artista, noto, soprattutto, per le sue opere tipografiche; ha esposto in gallerie di tutto il mondo.

Non si può non rimanere affascinati da questo libro ed è proprio la giustificazione della giuria del BRAW a spiegarci meglio il perchè: "l'armonia straordinaria, l’equilibro perfetto tra parole e immagini, le continue sorprese rendono questo libro estroso e suggestivo, mentre l’attenzione al dettaglio ne aumenta ulteriormente la potenza e l’effetto."

Qui potete trovare il trailer del libro accompagnato dalle parole degli autori.

Per tutti i bambini che amano perdersi tra le parole, quelle che aprono le porte di mondi fantastici.

CONSIGLIATO: da 7 anni.

Edizioni: Lapis Editore, 2017

RECENT POSTS
ARCHIVE
  • Instagram - Black Circle
  • Facebook - Black Circle

© 2017 by Miss Bookington. Proudly created with Wix.com